first_image
Immagine

Turismo

OFFERTA TURISTICA di CAVALLIRIO

Cavallirio e il suo territorio offrono al turista la possibilità di effettuare escursioni a piedi, in bicicletta o a cavallo lungo i sentieri del Parco del Fenera e della Riserva Naturale delle Baragge e di degustare i prodotti tipici, oltre che direttamente presso le aziende produttrici, nei due ristoranti del paese dopo aver fatto sosta nei punti più interessanti sotto il profilo artistico.

Chi volesse visitare il paese a piedi può lasciare l'auto in piazza Marconi o in via Ranzini, accanto al Municipio.

Percorrendo via San Gaudenzio si giunge davanti alla collegiata che, nel corso dei secoli, è stata interessata da ripetute ristrutturazioni.

Attualmente presenta, nella cappella dello Spirito Santo, una scultura lignea dell'Addolorata e in quella del Rosario due tele ottocentesche di Andrea Miglio. Pregevoli sono anche gli altari marmorei, come quelli laterali risalenti al 1778 dello scultore Giudice e un quadro del 1816 che si deve a Velatta di Cellio raffigurante San Gaudenzio e collocato nel coro. Notevoli gli affreschi settecenteschi dell'ossario, appena fuori dalla Chiesa.

Proseguendo in direzione nord est, nel cantone Suloro si incontra l'antica casa parrocchiale del '500 e le sue meridiane del '600.

Tornati in Piazza Marconi si prosegue per via San Rocco con l'omonimo oratorio, ora di proprietà privata, risalente al 1770 quando fu innalzato per iniziativa di don Giovanni Ranzini come ex voto dopo un'epidemia. Si può poi proseguire per visitare la cappella di San Grato e di seguito la cappella di Sant'Antonio nell'omonima via.

Superata Piazza Martiri della Libertà e percorso un tratto di via Martinetti si può fare tappa all'oratorio dell'Assunta completato in piena epoca barocca (1616) che presenta un'altare marmoreo del 1753 e un'icona di legno dorato risalente al 1668.

Rientrati in centro paese è possibile puntare, percorrendo via Partigiani e via Sassone, verso la zona delle colline.

Seguendo la strada asfaltata per un breve tratto è possibile proseguire inoltrandosi nel Parco del Fenera percorrendo sentieri segnalati.

Nell'itinerario si attraversa la zona dei vigneti con i suoi caratteristici casotti.

Nella zona si possono anche ammirare le cappelle delle tre Madonnine (di proprietà privata) costruite a metà Ottocento, di cui non si conoscono gli autori dei dipinti.

Proseguendo si arriva al punto più alto da dove, oltre ad ammirare un suggestivo panorama del paese e del suo territorio, è possibile osservare i resti della Torre di origine longobarda.

Chi volesse usufruire di percorsi naturalistici all'interno del Parco del Fenera ha a disposizione sentieri alternativi percorribili anche in mountain bike o con la bicicletta normale segnalati sulla mappa del Parco stesso.

L'escursione nella Baraggia avendo sempre come punto di riferimento il massiccio del Monte Rosa, può prendere il via dalla strada vicinale di San Germano, nell'omonima località, facilmente raggiungibile dalla S.P. 142 in direzione Borgomanero.

Per chi volesse osservare meglio l'aspetto a savana della Baraggia si consiglia di prendere un sentiero, che sulla destra scende quasi perpendicolarmente alla strada percorsa, fino all'avvallamento della Bonda di San Germano e risale sbucando dagli alberi in una splendida enorme distesa di molina e di brugo, in autunno vivacemente fiorito insieme alla genziana pnaumonante (specie protetta), dalla quale spuntano radi alberi (betulle, farnie e cerri) che danno al paesaggio un caratteristico aspetto.

Facendo silenzio, con un po' di fortuna, si potranno osservare lepri, fagiani, allodole, tordi, tracce di caprioli e di cinghiali. Non di rado si vede planare, nel cielo, qualche rapace: probabilmente una poiana o un lodaiolo (falconidi).

Tornati sui propri passi fino allo slargo, si può proseguire lungo la strada di San Germano, ora fattasi più agevole, osservando sui lati cespugli di ginestra, rosa canina, salice fino ad un evidente incrocio a sinistra che, imboccato, conduce sul territorio di Romagnano Sesia.

RISTORANTI, BED & BREAKFAST, AZIENDE PRODUTTRICI DI PRODOTTI TIPICI, SERVIZI

RISTORANTI

Trattoria LA BRUSCHETTA

Via Martiri Scolari, 24 - tel. 0163/80193

Specialità: carne salada, pesce e carni in genere

Giorno di chiusura: mercoledì

BED & BREAKFAST

La CORTE dei FIORI

Vicolo Cominazzi, 7 - tel./fax 0163/80514

email: pathorse69@yahoo.it

sito: www.lacortedeifiori.eu

B & B VILLAGGIO VERDE

Località San Germano - tel./fax 0163/80447

email: info@villaggioverde.org

sito: www.villaggioverde.org

AZIENDE PRODUTTRICI DI PRODOTTI TIPICI

Azienda Vitivinicola ANTICO BORGO DEI CAVALLI

Via Dante, 54 - tel. 0163/80115

email: info@vinibarbaglia.it

sito: www.vinibarbaglia.it

PALZOLA Produzione gorgonzola

Loc. Stoccada, 8 - tel. 0163/80515 - 0163/80940

email: palzola@libero.it

sito: www.palzola.it

SERVIZI

SERVIZIO DI NOLEGGIO AUTO con CONDUCENTE

Il servizio è svolto dal sig. FALCETTA Angelo 24 ore su 24

Cell. 347/2725282 - tel. e fax 0322/44431

email: giodriver@libero.it

LA CAMILLUCCIA

Matrimoni, meeting & incentive

Via Bodone, 2 - tel. 0163/80324

email: info@lacamilluccia.it

sito: www.lacamilluccia.it

MERCATO SETTIMANALE

Lunedì dalle 7.30 alle 14.30

Via Ranzini e Via San Rocco

Il Patrono del paese è San Gaudenzio, festeggiato il 22 gennaio.

Altra festività molto sentita è quella legata a San Germano che si celebra nell'omonima località il 31 luglio.

Calendario eventi
<< Aprile 2017 >>
L M M G V S D
27 28 29 30 31 1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
Immagine
impresa
atl
meteo
disoccupati